La galassia del Triangolo è la seconda galassia più vicina a noi dopo quella di Andromeda che avrete incontrato o incontrerete durante la visita alla mostra. Venne scoperta nel lontano 1654 dall’astronomo siciliano Giovanni Battista Odierna ed è una galassia a spirale di dimensioni leggermente inferiori alla nostra. Essa dista dalla Terra 2.88 milioni di anni luce. Questo significa che l’immagine che stiamo osservando ora è partita da quella galassia 2.88 milioni di anni fa, quando sul nostro pianeta non era ancora apparso l’homo erectus.

Osservando in dettaglio l’immagine di questa galassia è possibile individuare la sua “fioccosità” ovvero il fatto che i bracci presentano delle grumolosità costituite da addensamenti di stelle. Sempre tra i bracci è possibile vedere delle macchie rosse: sono nebulose ad emissione simili a quelle che potete visionare in questa mostra, appartenenti però non alla la Via Lattea ma alla galassia del Triangolo. Lontane nebulose, resti di stelle esplose milioni di anni fa la cui luce raggiunge solo ora i nostri occhi. Vedere lontano nello spazio vuol dire viaggiare nel tempo, rivivere un passato lontano. Non c’è macchina del tempo più straordinaria di un telescopio.

DETTAGLI: l’immagine è stata ripresa con una camera CentralDS 600D II Pro e telescopio Schmidt-Cassegrain 200 mm f/10, ridotto a f/7. Essa è la somma di 30 scatti, ciascuno esposto 360 secondi a 1600 ISO. Riprese effettuate il 10/01/2021 da Varenna (LC). Dati tecnici disponibili all’indirizzo https://www.astrotrezzi.it/2021/02/m33-ngc-598-10-01-2021/ .

image_pdfScarica in formato PDF

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.